Recensione: “La città di sabbia”

La città di sabbia
Buongiorno wordsbookiani!!
Pronti a ricominciare la settimana? Questo fine settimana sono riuscita a leggere un po’ e quindi oggi sono molto felice! Per continuare sul filone della settimana scorsa questa mattina vi lascio il mio parere su La città di sabbia di Laini Taylor edito da LainYa!!

 

IL LIBRO: “LA CITTÀ DI SABBIA”

La città di sabbia LA CITTÀ DI SABBIA
di Laini Taylor


Editore: LainYa • Uscita: 11 febbraio 2016 • Formato: Cartaceo
Prezzo: € 14,50 • Pagine: 450 • Link: amazon.it


TRAMA: Dopo aver viaggiato nello straordinario mondo de La chimera di Praga e aver scoperto i segreti di Karou, allieva di uno stregone e talentuosa disegnatrice, chimera dai capelli blu che si innamora pericolosamente di Akiva, un serafino bellissimo, ecco il secondo tempo di questa grandiosa avventura, figlia della penna di una scrittrice già finalista al prestigioso National Book Award.
La studentessa d’arte Karou ha finalmente le risposte che ha sempre cercato. Sa chi è e cosa è. Ma, insieme a questa scoperta, un’altra verità affiora in superficie, una realtà che la ragazza farebbe di tutto pur di ignorare: ha amato un ragazzo che le è nemico, lui l’ha tradita e per questo il suo mondo è sconvolto. Ora, in una kasbah dimenticata nel deserto del Marocco, Karou e i suoi alleati si preparano a uno scontro definitivo contro l’armata dei serafini e sotto la luce delle stelle plasmano creature di potente forza distruttiva. Akiva, legato dall’appartenenza all’esercito degli angeli, ma gravato da un profondo conflitto interiore, inizia a progettare un altro tipo di battaglia: quella per il riscatto. Per la speranza. Costellato da scene drammatiche e scenografie impossibili, La città di sabbia porta i due protagonisti sui fronti opposti di una guerra antichissima che ha acquistato nuovo vigore. In una dimensione fantastica descritta nei minimi particolari, Laini Taylor dà vita a un mondo intero dove la combattuta storia d’amore tra Karou e Akiva diventa il simbolo della lotta per la pace universale.
Ma la speranza può rinascere dalle ceneri dei sogni infranti?

 

IL MIO PENSIERO

Allora cominciamo subito, cercando di non perdermi in deliri e frasi poco chiare cercherò di parlarvi un po’ di questo romanzo, secondo volume delle sere Daughter of smoke and bone. Il fatto di essere buttata in questa lettura subito dopo aver finito il primo volume e con la consapevolezza che appena finito avrei potuto leggere il seguito mi ha aiutata parecchio.
 
Non aver preso una pausa tra una lettura e l’altra mi ha fatto essere in sintonia fin da subito con tutti i personaggi e con la storia. Devo dire però che la parte iniziale de La città di sabbia l’ho trovata un po’ più lenta rispetto all’interezza della storia.
 
Ci si ritrova esattamente dove ci eravamo lasciati. Karou ha finalmente scoperto se stessa, ha ricordato il suo passato e tutto ciò che la legava ad Akiva. Dolore e amore si mescolano così, in un attimo, e tutte le certezze si sgretolano. Ma la speranza, come sempre, rimane il faro che guida le scelte di Karou ed è per questo che si ritrova ad essere la “nuova Sulphurus” e ad aiutare le Chimere rimaste, perseguendo l’ideale di un futuro differente da tutto ciò che hanno vissuto finora, un futuro di pace.
 
In questo secondo volume ci vengono forniti maggiori dettagli sul mondo che la Taylor ha così abilmente costruito. La presentazione delle ambientazioni si fa più definitiva e quello che prima era solo accennato in questa parte della storia trova la sua forma. Mi è piaciuto molto poter conoscere i dettagli di Eretz e capire dove sono ambientate le vicende. Come mi è piaciuto moltissimo anche scoprire tutto quello che c’è dietro alla mitologia e alla magia.
 
La magia è una delle cose che mi affascinano di più nei romanzi di qualsiasi genere e in questo romanzo era una parte misteriosa che avrei voluto approfondire e sono contenta che l’autrice lo abbia fatto, mi ha reso ancora più felice della lettura!
 
Come dicevo all’inizio però la lettura è lenta e se da una parte non ha influenzato la lettura dall’altra ho faticato un pochino a tenere il ritmo, abituata come sono. Ammetto però che tutto quello che ci viene spiegato e che viene trattato in questo volume non poteva essere fatto in modo differente e credo prepari il lettore per il gran finale, che ora corro a leggere!!!

 


Gli altri romanzi della serie:
La chimera di Praga


 

Il mio giudizio: 4/5
 
★ ★ ★ ★ ☆

 

E voi cosa ne dite, lo leggerete? Lo avete già letto?
Ciaoooooo!!
 

Clarissa

RELATED POSTS

8 Comments

  1. Rispondi

    Ely

    11 Luglio 2016

    Buon lunedì Clary ^_^ condivido pienamente la tua opinione e ora aspetto il terzo libro per concludere la serie non vedo l'ora *_*

    • Rispondi

      Clary C.

      11 Luglio 2016

      Si, ora manca solo lui e scopriremo come si conclude!! Un po' mi dispiace abbandonare questo mondo però!!!

  2. Rispondi

    Amelia Malory

    11 Luglio 2016

    Io sono praticamente arrivata a metà dell'edizione inglese. Non vedo l'ora di finirlo. La cosa curiosa, che non c'entra molto con la recensione XD, è che ho scoperto come il vero nome di Sulphurus sia Brimstone. Mi chiedo il perché del cambiamento.

    • Rispondi

      Clary C.

      11 Luglio 2016

      Sai che non lo sapevo, chissà perché lo hanno cambiato! Non era male Brimstone. Adesso mi hai incuriosito e andrò a cercare se trovo qualche informazione!!

  3. Rispondi

    Mari bookish

    11 Luglio 2016

    Io ho appena cominciato il primo e ho aspettative altissime!!!!! 🙂

    • Rispondi

      Clary C.

      11 Luglio 2016

      Mari spero tanto che ti piaccia!!! ♥♥

  4. Rispondi

    Violet and Rose

    11 Luglio 2016

    Ciao Clary! 😀
    Quanto ho adorato questa serie, non vedo assolutamente l'ora di leggere finalmente il secondo in italiano! *-* Comunque la tua recensione mi è piaciuta molto, dritta al punto! :3
    Baci! 😉

    -Violet

    • Rispondi

      Clary C.

      12 Luglio 2016

      Grazie Violet!!! Anche a me questa serie sta piacendo moltissimo e finalmente mi sono decisa a leggerla!!!

LEAVE A COMMENT