Recensione: “Il viaggio che mi ha cambiato la vita”

Il viaggio che mi ha cambiato la vita
Buongiorno wordsbookiani!!
Ieri è stata un giornata traumatica. Sarà che era lunedì e i lunedì lo sono quasi sempre, ma mi sono svegliata stanca e il viaggio in treno non mi ha rilassato, per non pensare al fatto che ho avuto famissima per tutta la mattinata!! Per fortuna è finita e oggi dopo l’alzataccia che ho dovuto fare mi sto riprendendo. Ho, infatti, deciso di parlarvi di un romanzo davvero carino che ho letto appena rientrata dalle ferie: Il viaggio che mi ha cambiato la vita di Jen Malone edito da HarperCollins Italia.

 

IL LIBRO: “IL VIAGGIO CHE MI HA CAMBIATO LA VITA”

Il viaggio che mi ha cambiato la vita IL VIAGGIO CHE MI HA CAMBIATO LA VITA
di Jen Malone


Editore: HarperCollins Italia • Uscita: 7 luglio 2016 • Formato: Cartaceo
Prezzo: € 16,00 • Pagine: 331 • Link: amazon.it


TRAMA: Simon ha diciassette anni e un amore segreto per Blu, un ragazzo conosciuto on line con cui intrattiene un’intensa, tenera corrispondenza. Il loro rapporto è al sicuro finché un’email non finisce nelle mani sbagliate: quelle di Martin, il bullo della scuola, che ora minaccia di rivelare a tutti lo scoop dell’anno… a meno che Simon non l’aiuti a conquistare Abby, la ragazza di cui è innamorato ma che non lo degna di uno sguardo. Per proteggere il suo amore, Simon dovrà affrontare per la prima volta la paura di uscire dal guscio che ha costruito intorno a sé, trovando il coraggio di rinunciare alle proprie sicurezze per fare spazio alla bellezza e alla libertà di essere se stessi. Email dopo email, il sentimento per Blu cresce, e così la voglia di conoscersi e di far conoscere agli altri chi è davvero.

 

IL MIO PENSIERO

Questo romanzo è stata una lettura davvero carina e dolcissima. Già solo il fatto che trattava un viaggio mi ha fatto rimanere ancora un po’ con la testa immersa nei ricordi delle vacanze appena passate. C’è da dire che non ho fatto un viaggio come questo ma spero un giorno di riuscire a vedere tutti i posti citati.
 
La storia raccontata in “Il viaggio che mi ha cambiato la vita” è la storia di Aubree una giovane ragazza che si ritrova a fare da guida turistica per l’Europa a un gruppo di anziani. Non vi sto a elencare le motivazione (o meglio le cause) che hanno portato Aubree a fare questo viaggio, vi basti sapere che mai e poi mai lei lo avrebbe fatto!!
 
Il personaggio di Aubree è davvero carino, devo dire che all’inizio non mi andava molto a genio. Mi sembrava un po’ troppo riservata e con le fette di prosciutto su gli occhi. Non voleva assolutamente allontanarsi da casa e non aveva il minimo interesse a scoprire il mondo e io non riuscivo a farmene una ragione, insomma avessi avuto la possibilità di prendere e girare l’Europa tutto spesato non mi sarei certamente tirata indietro.
 
Per fortuna una volta superato questo intoppo, e conoscendo meglio la protagonista, ha iniziato pian pianino a essermi simpatica. Anzi molto più che simpatica. Grazie al modo di scrivere dell’autrice e alla possibilità di conoscere i suoi pensieri non ho potuto fare a meno di cambiare la mia opinione!
 
Ma non c’è solo Aubree in questo viaggio, come vi dicevo accompagna un gruppo di anziani e sono loro il vero punto forte della storia. Mi sono stati a cuore fin da subito e sono stati tutti caratterizzati in modo egregio. Non si sa troppo di nessuno di loro ma si conosco le cose principali e il loro carattere e rimango impressi a fuoco nella memoria del lettore. Sono divertenti, irriverenti e pieni di vitalità cosa che Aubree non si sarebbe mai aspettata.
 
Ovviamente a incasinare la situazione non può mancare un giovane ragazzo che farà battere il cuore a Audree, Sam! Decisamente anche lui un personaggio simpatico e estremamente dolce. Devo dire che mi aspettavo la sua comparsa da un momento all’altro ma anche se avevo capito che sarebbe diventato parte dell’equazione, quando è successo è stato comunque piacevole.
 
Le ambientazioni sono davvero incantevoli e mi hanno fatto venire voglia di fare la valigia e partire. Si visitano Amsterdam, Vienna, Praga, Venezia, Le Cinque Terre e Monaco tutte città stupende con la loro storia e il loro paesaggio. Ogni tappa è ricca di emozioni e aneddoti che coinvolgono il lettore.
È un viaggio inteso e ricco che porta Aubree a crescere e a farci capire che anche l’inaspettato può trasformarsi in qualcosa che vale la pena aver vissuto.
 
Non puoi fare altro che leggerlo e divertiti, la Malone ha fatto un ottimo lavoro.

 

Il mio giudizio: 4.5/5
 
★ ★ ★ ★ ½

 

E voi cosa ne dite, lo leggerete? Lo avete già letto?
Ciaoooooo!!
 

Clarissa
28 Settembre 2016

RELATED POSTS

9 Comments

  1. Rispondi

    Virginia Fairfax Rochester

    27 Settembre 2016

    Sembra un libro carinissimo e originale e la parte degli anziani mi incuriosisce abbastanza!

    • Rispondi

      Clary C.

      27 Settembre 2016

      Lo è davvero!! Mi è piaciuto davvero molto, è particolare e divertente. È stata una bella lettura 😊

  2. Rispondi

    Sara Sara

    27 Settembre 2016

    Ho amato anche io questo libro! Gli ho dato cinque stelline! *-*

    • Rispondi

      Clary C.

      27 Settembre 2016

      È dolcissimo, non lo si puó non amare!!! 💕

  3. Rispondi

    Silvia May

    27 Settembre 2016

    Me lo segno subito!
    Sembra davvero intrigante e inoltre riuscirebbe a farmi ritornare con la mente a Monaco, Vienna e Praga, città che ho amato ❤

    • Rispondi

      Clary C.

      27 Settembre 2016

      Oh si, quando ho letto di Praga anche la mia mente ha fatto un salto nel passato!!

  4. Rispondi

    Belle's Library

    27 Settembre 2016

    Segnato! Spero possa essere una delle mie prossime letture!!!

  5. Rispondi

    Ely

    27 Settembre 2016

    Segnatooooo Claryy grazie! ^_^

  6. Rispondi

    NotLoved

    27 Settembre 2016

    L'avevo addocchiato in lingua originale e poi l'avevo momentaneamente messo da parte.
    Ma adesso ho gli occhi a cuore per Vienna e Venezia – la prima in gita scolastica in quarta liceo e la seconda con le amiche per festeggiare la laurea di una queste.
    Ad Amsterdam dovevo andarci quest'anno, ma poi alla fine abbiamo rimandato. u_u

LEAVE A COMMENT