Recensione: “The winner’s curse”

The winner's curse
Buongiorno wordsbookiani!
Come state? Quest’estate ho avuto modo di leggere parecchio e ora ci sono un bel po’ di recensioni che aspettano di essere pubblicate. Comincio subito con The winner’s curse di Marie Rutkoski edito da Leggereditore, nonché la mia prima lettura estiva.
Ieri ho ripreso ufficialmente le attività sul blog e il rientro in ufficio è stato un po’ traumatico. Sono un bel po’ cotta, non pensavo ma la concentrazione dopo un bel po’ di ore al pc si è allontanata. Devo assolutamente rimettermi in carreggiata al più presto e ritrovare un buon ritmo. Sono sicura che finita questa settimana già andrà meglio e la stanchezza la sentirò molto meno. Quindi ora non mi resta che rimboccarmi le maniche e concentrarmi al massimo.

 

IL LIBRO: THE WINNER’S CURSE

The winner's curse THE WINNER’S CURSE
di Marie Rutkoski


Editore: Leggereditore • Uscita: 27 luglio 2017 • Formato: Cartaceo
Prezzo: € 14,90 • Pagine: 246 • Link: amazon.it


TRAMA: In quanto figlia di un potente generale di un vasto impero che riduce in schiavitù i popoli conquistati, la diciassettenne Kestrel ha sempre goduto di una vita privilegiata. Ma adesso si trova davanti a una scelta difficile: arruolarsi nell’esercito oppure sposarsi. La ragazza, però, ha ben altre intenzioni… Nel giovane Arin, uno schiavo in vendita all’asta, Kestrel ha trovato uno spirito gentile e a lei affine. Gli occhi di lui, che sembrano sfidare tutto e tutti, l’hanno spinta a seguire il proprio istinto e a comprarlo senza pensare alle possibili conseguenze. E così, inaspettatamente, Kestrel si ritrova a dover nascondere l’amore che inizia a sentire per Arin, un sentimento che si intensifica giorno dopo giorno. Ma la ragazza non sa che anche il giovane schiavo nasconde un segreto e che per stare insieme i due amanti dovranno accettare di tradire la loro gente o altrimenti tradire sé stessi per rimanere fedeli al proprio popolo. Kestrel imparerà velocemente che il prezzo da pagare per l’uomo che ama è molto più alto di quello che avrebbe mai potuto immaginare…

 

IL MIO PENSIERO

Con questo romanzo ho una lunga storia alle spalle. Ogni volta che chiedevo a qualche blogger di consigliarmi una bella lettura, The winner’s curse saltava sempre fuori e mi dicevano «Peccato che non leggi in lingua, perché questa serie è davvero favolosa». Così non appena ho saputo del suo arrivo in Italia sapevo per certo che sarebbe stata una delle mie letture. Il 27 luglio mi sono messa subito alla ricerca di una libreria che lo avesse già tirato fuori dagli scatoloni, purtroppo mi è andata male e solo dopo averne girate cinque nel fine settimana, sono riuscita a mettere le mani su questo romanzo. Immaginate la voglia di sapere come sarebbe stata la storia, non stavo più nella pelle.
 
Appena iniziato mi sono resa conto che sarebbe stata una di quelle letture che catturano e non ti lasciano scampo. L’ambientazione creata dall’autrice è davvero unica, i riferimenti alla storia classica rivisti ad hoc per creare un mondo davvero interessante e ricco di dettagli, fa venire voglia di immergersi a fondo.
 
È un romanzo molto bello che inizia raccontandoci dove ci troviamo e con chi vivremo questa fantastica storia. È una parte un po’ più descrittiva, ci vengono presentati i personaggi, il passato e l’ambientazione per poi arrivare a una seconda parte molto più ricca di azione e con un ritmo più serrato.
I personaggi mi hanno colpita subito, Kestrel, la protagonista femminile, è la figlia di uno degli uomini più potenti dell’impero Valoriano, Trajan, il generale dell’esercito. Vive in mezzo agli agi ma a suo modo ha voglia di ribellarsi a quelle che sono le scelte di suo padre e della sua cultura. In un mondo che ha sconfitto gli Herrani, il popolo che abitava prima quelle terre, le uniche opzioni per una giovane donna sono sposarsi o entrare a far parte dell’esercito. Ed è qui che Kestrel cerca di trovare spazio per la sua grande passione, la musica, un diletto visto in malo modo dall’impero.
Dall’altro lato, invece, troviamo Arin, uno schiavo Herrano che Kestrel acquista per la sua tenuta. Ha uno spirito tenace e, nonostante sia in schiavitù, sta organizzando in segreto la ribellione del suo popolo.
 
La relazione tra i due protagonisti è davvero uno dei punti focali della storia. Cresce pagina dopo pagina, si vede benissimo come il loro rapporto maturi e come la situazione si ribalti completamente per poi arrivare a una parità. Mi è piaciuto molto come l’autrice sia riuscita a creare questo rapporto, non è affrettato anzi si evolve gradualmente e veder nascere la fiducia e l’amicizia prima di ogni altra cosa mi ha colpito positivamente. Quando scoppia poi la scintilla amorosa me lo aspettavo ma le scene sono sempre state dolcissime e non troppe, lasciando più spazio all’intrigo storico e all’azione.
 
Un romanzo avvincente che ti sprona a leggere tutto d’un fiato, un finale inaspettato che ti lascia con la voglia di scoprire cosa succederà nel prossimo volume. Una lettura davvero bella che rispecchia perfettamente le aspettative che mi ero fatta e sono davvero contenta che finalmente sia arrivato qui da noi.
Non mi resta che consigliarlo a tutti perché merita davvero molto e sono sicura possa incantare diversi lettori.

 

Il mio giudizio: 4.5/5
 
★ ★ ★ ★ ½

 

E voi cosa ne dite, lo leggerete? Lo avete già letto?
Ciaoooooo!!
 

Clarissa
28 Agosto 2017
29 Agosto 2017

RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT