Lettura condivisa #1: “Uno di noi sta mentendo”

Uno di noi sta mentendo
Buongiorno wordsbookiani!
Come state? Oggi inizia ufficialmente Tempo di libri, qualcuno di voi ci sta andando? Per me si rimanda tutto al fine settimana e non vedo l’ora di andarci. Voi ci sarete nel weekend?
Comunque tornando alla nostra chiacchierata di oggi, ci sarà un post speciale per la lettura condivisa di Uno di noi sta mentendo di Karen McManus edito da Mondadori. In pratica, ogni settimana, cercheremo di scoprire chi è il colpevole della morte di Simon leggendo insieme alcune pagine del romanzo. Oggi è la prima tappa e abbiamo letto le prime novanta pagine quindi ho pensato di presentarvi i “sospettati”…

 

IL LIBRO

Uno di noi sta mentendo UNO DI NOI STA MENTENDO
di Karen McManus


Editore: Mondadori • Data d’uscita: 06 marzo 2018
Formato: Cartaceo • Prezzo: € 15,00 • Pagine: 300


TRAMA: Cinque studenti sono costretti a trascorrere un’interminabile ora di punizione nella stessa aula.
Bronwyn, occhiali e capelli raccolti da studentessa modello, non ha mai infranto le regole in vita sua e vive per essere ammessa a un’università prestigiosa e rendere fieri i suoi genitori.
Nate, capelli scuri disordinati e un giubbino di pelle malandato, è in libertà vigilata per spaccio di erba e sembra a un passo dall’andare completamente alla deriva.
Cooper, il ragazzo d’oro con cui tutte vorrebbero stare, è la star della scuola e sogna l’ingaggio in una grande squadra di baseball.
Addy, una chioma di folti ricci biondi e un viso grazioso a forma di cuore, sta cercando di tenere insieme i pezzi della sua vita perfetta.
Infine Simon, l’emarginato, lo strano, che, per prendersi la sua rivincita su chi lo ha sempre trattato male, si è inventato una app che rivela ogni settimana dettagli piccanti della vita privata degli studenti.
Pur conoscendosi da anni, non possono certo definirsi amici. Qualcosa li unisce, però. Nessuno di loro è davvero e fino in fondo come appare. Ognuno di loro dietro alla facciata “pubblica” nasconde molto altro, un mondo di fragilità, insicurezze e paure, ma anche di segreti piccoli e grandi di cui nessuno, o quasi, è a conoscenza.
Da quell’aula solo in quattro usciranno vivi. All’improvviso e senza apparente motivo, Simon cade a terra davanti ai compagni e muore. Non appena si capisce che quella che sembrava una morte dovuta a un improvviso malore in realtà è un omicidio, il mondo di Bronwyn, Nate, Cooper e Addy inizia a vacillare. E crolla definitivamente quando la polizia scopre che i protagonisti di un ultimo post mai pubblicato di Simon sono proprio loro. In men che non si dica, i quattro ragazzi da semplici testimoni diventano i principali indagati dell’omicidio…

 

I PERSONAGGI

Il romanzo inizia subito con Browyn, Addy, Cooper, Nate e Simon nell’aula punizioni. Sono lì perché durante le lezioni del professor Avery sono stati trovati con un cellulare in loro possesso, quando è vietato portarli alle lezioni. Tutti sostengono che i cellulari non sono loro e che sono stati vittima di uno scherzo. Mentre scontano la loro ora di punizione però Simon ha uno shock anafilattico e nel panico gli studenti cercano aiutano finché non arriva la squadra di soccorso. Solo dopo verranno a sapere che purtroppo Simon non ce l’ha fatta e così la polizia inizierà a fare delle indagini. Ma concentriamoci su chi era in aula con lui al momento dell’accaduto:
Uno di noi sta mentendo. Bronwyn
BRONWYN ROYAS
La più responsabile del gruppo. Una ragazza intelligente, interessata allo studio, frequenta lezioni avanzate come Simon. Porta degli occhiali dalla montatura scura e ha dei lunghi capelli. È la prima a reagire quando Simon inizia a sentirsi male, potrebbe essere un segno della sua colpevolezza? Non lo so, sinceramente da queste prime pagine ho un sacco di dubbi.
Uno di noi sta mentendo. Nate
NATE MACAULEY
È il classico “cattivo ragazzo”, bello ma con un sacco di problemi alle spalle. È finito un sacco di volte sulla App ideata da Simon e forse potrebbe avere un movente per averlo ucciso però allo stesso tempo mi sembra il personaggio meno interessato alla sua morte. Mi sembra un tipo che cerca di cavarsela con quello che ha e non ce lo vedo come omicida ma chissà.
Uno di noi sta mentendo. Addy
ADELAIDE PRENTISS
L’altra ragazza del gruppo. Si definisce da sola come un personaggio che sta dietro non troppo appariscente, la solita migliore amica della ragazza popolare. Non è di certo stata molto d’aiuto nel momento del bisogno e non mi sembra una ragazza con spirito d’iniziativa, tende a farsi trascinare e quindi non ce la vedo proprio a pianificare un omicidio.
Uno di noi sta mentendo. Cooper
COOPER CLAY
Migliore amico del fidanzato di Addy è il bello e bravo. Sportivo, non troppo intelligente ma con un animo buono. È forse quello che al momento mi insospettisce di più. Sembra tranquillo ma potrebbe avere le carte giuste da giocare. Non ho ben chiaro il movente ma sono sicura che presto avremo informazioni in più

 

Ovviamente tutti nascondo un segreto se non più di uno, e se per alcuni sembra abbastanza chiaro quale potrebbe essere per gli altri non ho proprio idea di cosa aspettarmi. La lettura è molto interessante e cercare di risolvere il caso mi intriga molto!

 

E voi cosa ne dite, lo avete letto? Avete idea di chi sia il colpevole?
Ciaoooooo!!
 

Clarissa

RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT