Recensione: “Tuo, Simon”

Tuo Simon
Buongiorno wordsbookiani!
Cosa fate di bello? Oggi finalmente vi racconto come è andata la lettura di Tuo, Simon di Becky Albertalli edito dalla Mondadori. Un romanzo divertente, dolce e pieno di momenti che fanno riflettere, una lettura bellissima e che viene rispecchiata molto bene nella sua versione cinematografica…

 

IL LIBRO: “TUO, SIMON”

Tuo, Simon TUO, SIMON
di Becky Albertalli


Editore: Mondadori • Uscita: 23 marzo 2018 • Formato: Cartaceo
Prezzo: € 14,45 • Pagine: 252 • Link: amazon.it


TRAMA: Simon ha diciassette anni e un amore segreto per Blu, un ragazzo conosciuto on line con cui intrattiene un’intensa, tenera corrispondenza. Il loro rapporto è al sicuro finché un’email non finisce nelle mani sbagliate: quelle di Martin, il bullo della scuola, che ora minaccia di rivelare a tutti lo scoop dell’anno… a meno che Simon non l’aiuti a conquistare Abby, la ragazza di cui è innamorato ma che non lo degna di uno sguardo. Per proteggere il suo amore, Simon dovrà affrontare per la prima volta la paura di uscire dal guscio che ha costruito intorno a sé, trovando il coraggio di rinunciare alle proprie sicurezze per fare spazio alla bellezza e alla libertà di essere se stessi. Email dopo email, il sentimento per Blu cresce, e così la voglia di conoscersi e di far conoscere agli altri chi è davvero.

 

IL MIO PENSIERO

Ho aspettato davvero tantissimo a leggere questo romanzo, ma ne è valsa la pena. Essendo uscita la versione cinematografica, ne ho approfittato per leggerlo prima della visione e questa volta sono rimasta sorpresa dal fatto che mi siano piaciuti molto entrambi. Il romanzo è senza dubbio qualcosa di speciale ma sono riusciti a rendere molto bene l’idea anche nel film. Comunque la lettura coinvolge sin dalle prime pagine e tra una risata e uno scambio di mail, la storia prende forma.

Basta davvero poco per entrare in sintonia con Simon. È un ragazzo premuroso, leale e un po’ insicuro, ma è bello vederlo crescere e trovare se stesso durante la lettura. Ho apprezzato molto l’ironia con cui la Albertalli ha voluto raccontare questa storia. Trattando il tema del coming out con tatto e sopratutto con mentalità aperta. C’è un passaggio che mi ha colpito molto:

Ma non è tanto la faccenda del coming out a spaventarmi. A spaventarmi è tutto l’imbarazzo che causerà, e non posso fare finta di non vedere l’ora che succeda. Anche se probabilmente non sarà la fine del mondo. Non per me.

Simon ha accettato chi è fin da subito, ed è una cosa bellissima ma lo spaventa affrontare le persone che lo circondano. I suoi amici più stretti, che lo conoscono da anni (Leah, Abby e Nick), i suoi genitori e le sorelle. Lo spaventa la loro possibile reazione. È qui che la Albertalli ci fa capire che essere etero, gay o qualsiasi cosa ci faccia sentire noi stessi non dovrebbe essere diverso, ne scontato. Con molto tatto l’autrice ci racconta il percorso di Simon e le disavventure che lo accompagnano. Non tralascia di metterci davanti a una situazione comune a molte persone e lo fa con delicatezza e con ironia.

Simon, è un personaggio incredibile. È divertente e forte, e credo che dal momento in cui l’ho “incontrato” si sia preso una parte del mio cuore. È assolutamente uno dei personaggi che mi hanno colpito di più in quest’ultimo periodo e sono davvero contenta di essere finalmente riuscita a leggere questo romanzo.

Grazie anche all’idea di utilizzare il mezzo delle email per comunicare i sentimenti più nascosti di Simon, questo romanzo ha la capacità di mostrare e trattare tantissimi temi. Una lettura che vale la pena fare in qualsiasi momento.

 

Il mio giudizio: 5/5
 
★ ★ ★ ★ ★

 

E voi cosa ne dite, lo leggerete? Lo avete già letto?
Ciaoooooo!!
 

Clarissa

RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT