"Kantstrasse bar" di Maria Milani

Buon pomeriggio wordsbookiani!!

Come state oggi? Il tempo qui non è per niente bello e stare chiusa in ufficio non aiuta per niente. C’è quel velo di tristezza che invade un po’ tutto e tutti, c’è silenzio se non il rumore dei tasti pigiati sulla tastiera. Nessuno dice niente e per i canoni del mio ufficio è davvero una cosa stranissima, di solito non sento i miei stessi pensieri 🙂

Oggi, sul blog Blog Expres è iniziato il blogtour dedicato al romanzo Kantstrasse bar di Maria Milani e visto che qui sul blog ci sarà una tappa la prossima settimana, ho pensato di lasciarvi il mio pensiero su questa nuova uscita!

Kantstrasse bar
Kantstrasse bar
di Maria Milani
Editore: Self publishing
Pagine: 97
Prezzo: 8,41 €
Formato: Cartaceo
Data d’uscita: 17 marzo 2016
Link d’acquisto: amazon.it
Trama:

Matilde, anziana zia tedesca, muore in circostanze misteriose e lascia in eredità il suo bar e la sua abitazione di Berlino alle sue uniche nipoti italiane, le gemelle Giada e Miriam. Le ragazze partono per Berlino per riscuotere l’eredità, ma qualcosa va storto. Quando Miriam sparisce nel nulla, Giada si mette ad indagare sul passato di Matilde e scoprirà un segreto sconvolgente sulla sua famiglia. Giada riuscirà a ritrovare sua sorella? E chi è quel misterioso acquirente del Kantstrasse Bar con quel volto glaciale eppure così stranamente familiare?

• RECENSIONE •
Per prima cosa vorrei ringraziare Maria per avermi coinvolta nel blgotour e per avermi dato l’occasione di leggere la sua novella d’esordio, è stato un vero piacere. Non capita spesso che una persona, che segui nella blogosfera, ti proponga di leggere il suo libro e, quando capita, sono sempre curiosa di scoprire cosa è stato creato.

Appena ho avuto modo di vedere la copertina sono rimasta colpita. Diciamocelo, ultimamente i self non hanno un “bell’aspetto” e visto che, secondo me, anche l’occhio vuole la sua parte, quando ho avuto tra le mani questa cover mi sono venuti gli occhi a cuoricino. La trovo davvero molto bella e in linea con la storia che ci viene raccontata.

Kantstrasse. Foto

Kantstrasse bar è un mystery, un genere diverso dal mio solito. Mi piace molto spaziare tra i diversi generi e sopratutto trovare storie nuove nelle quali tuffarmi come in questo caso.

Le protagoniste di questa storia sono due gemelle, Miriam e Giada, due ragazze che vivono a Roma vicino alla madre Vittoria e che conducono una vita normale, con la quale è facile immedesimarsi. Lavorano entrambe (la prima, come commessa e, la seconda, come cameriera) ed entrambe cercano di rincorrere il proprio sogno.
Il sogno nel cassetto di Miriam è vedere pubblicato un suo romanzo mentre Giada sogna di diventare un’affermata stilista.
Questa normalità, però, viene scombussolata dalla morte di una vecchia zia (Matilde) che lascia loro in eredità la propria casa di Berlino e il suo bar: il Kantstrasse bar.

Da qui inizia subito l’avventura delle due sorelle. Conoscere meglio il passato di Matilde sembra essere un’ottima idea e capire come mai siano loro le erediti di questa fortuna le spinge a partire per Berlino, dove sperano anche di aver fortuna con il loro sogno. Ed è qui che, tra scheletri nell’armadio, sparizioni e verità svelate, la storia prende un ritmo davvero frenetico.
Le poche pagine di cui è composto aiutano il lettore a leggerlo tutto d’un fiato. E se da una parte il lettore vuole saperne sempre di più su questo mistero, dall’altra la velocità di alcune scene toglie un po’ quella suspense che ci si aspetta dal genere.

Ammetto che sarei voluta rimanere di più con il fiato sospeso ma la storia creata da Maria mi è piaciuta molto, e se ci fossero state altre pagine da leggere e divorare non me le sarei lasciata di certo scappare.
Tra le pagine di questa storia non ci si annoia di sicuro, ne succede una dietro l’altra e la curiosità aumenta pagina dopo pagina. Di sicuro non mi aspettavo quello che è successo, e visto che come sempre non sarei un bravo detective mi sono lasciata trasportare dalla lettura senza immaginare minimamente cosa sarebbe successo alla pagina successiva.
I colpi di scena non mancano e vorrei davvero parlarvi del finale che mi è davvero piaciuto ma non posso altrimenti vi spoilero tutto!

Il mio giudizio: 3.5/5
★ ★ ★ ½ ☆
Vi ricordo che la prossima tappa del blogtour sarà il 1° Aprile sul blog La ragazza che annusava i libri, dove potrete conoscere meglio i personaggi.
Ma ditemi, cosa ne pensate? Vi incuriosisce?
Ciaoooooo ^_____^
31 Marzo 2016

RELATED POSTS

10 Comments

  1. NotLoved

    30 Marzo 2016

    Mi incuriosisce molto e infatti ho deciso di seguire il blogtour per scoprirne di più!

    • Clary C.

      30 Marzo 2016

      Bene bene!!! Con il blogtour di scoprono sempre dettagli interessanti, sono contenta che partecipi ^____^

  2. Chocolateandbooks

    30 Marzo 2016

    Ciao Clarissa.. Prima recensione che leggo su questo romanzo, di cui ho deciso di seguire il blog tour.. Penso possa piacermi, sono molto curiosa 🙂

    • Clary C.

      31 Marzo 2016

      Contentissima che partecipiate al tour, spero vi piaccia!!!

  3. Ilenia T.D. Lemon

    30 Marzo 2016

    Anche io ho deciso di seguire il tour, spero solo di riuscire a star dietro a tutte le tappe!!!

    • Clary C.

      31 Marzo 2016

      Sono sicura che ce la farai, non sono tantissime e neanche troppo ravvicinate ^____^

  4. Ophelie

    30 Marzo 2016

    Io sono rimasta molto colpita dalla cover, è molto bella.

    • Clary C.

      31 Marzo 2016

      La cover ha colpito subito anche me, diversa dal solito e molto bella!!!

  5. Rosa C.

    31 Marzo 2016

    Ciao Clary! Ho cominciato a leggerlo proprio ieri sera, per adesso mi sta piacendo. Uuuh, sono curiosa di vedere come finirà e di scoprire i misteri di zia Matilde *.*

    • Clary C.

      31 Marzo 2016

      Awwww di segreti ne ha, verrò sicuramente a leggere cosa ne pensi alla fine!! ^___^

Comments are closed.